Projekt:

 

Die Reihe Dîvân ist aus dem Wunsche entstanden, einen Beitrag zu einem möglichen Dialog der westlichen Kultur mit derer des Islams zu leisten. Goethes „ West-östliche-Dîvân “ stand diesem Gedanken Pate. Soweit wir aus der Tagespresse entnehmen konnten, bemühen sich auch Hans-Magnus Enzensberger und Adolf Muschg zusammen mit weiteren europäische Intellektuellen um das gleiche Anliegen. Diese Anstrengungen scheinen uns sehr dringend zu sein, gemessen an der Reaktion der amerikanischen Regierung nach dem 11. September. Wir sind überzeugt davon, dass Bomben das Problem des Terrorismus nicht lösen können, es vielmehr wesentlich verschlimmern .

Das Leborello hat das Format A/6, also die Grosse einer gewöhnlichen Postkarte. Ein längliches Blatt von 14,8 x 52,5 cm, fünfmal gefalzt, dient als Fläche für die künstlerische Intervention. Die auf A/6 gefalteten Bogen werden in eine mit orientalischem Handpapier überzogenen Buchdecke eingehängt.

Diese Ausgaben sind auf 33 Exemplare limitiert. Je ein Exemplar ist der Alexandrinischen Bibliothek in Ägypten, der Schweizerischen Landesbibliothek in Bern und dem Archiv Edizioni Weiss zugedacht.

 

Progetto:

 

Dîvân vuole essere una collana di libri nata dal desiderio di contribuire ad un possibile dialogo tra occidente ed oriente, mediante il chiaro riferimento all’intenzione di Johann Wolfgang von Goethe nel suo ,,West-óstliche Dîvân”, di quasi duecento anni fa. Se da un lato non possiamo misurarci in alcun modo con il suo genio, d’altro canto è lui che ci indica la direzione. Abbiamo appreso che Hans-Magnus Enzensberger e AdoIf Muschg, insieme ad altri intellettuali, stanno cercando pure loro di ampliare il dialogo tra l’occidente e l’Islam per un possibile avvicinamento di queste due culture. Pensiamo quindi i nostri sforzi debbano avere esito urgente, vista la reazione dei governanti americani alla tragedia dell’undici settembre. Siamo fermi nel nostro parere, le bombe non possono risolvere il problema.

I libretti di formato A/6, come una comune cartolina postale, hanno la struttura del leporello e si compongono di un foglio piegato a fisarmonica in cinque parti, sono a completa disposizione dell’artista che potrà servirsene con massima libertà di espressione, venendo poi rilegati in una copertina realizzata in carta fatta a mano in oriente.

Le edizioni saranno esclusivamente a tiratura limitata, trentatré esemplari, spartiti nel modo seguente: un esemplare a disposizione della Biblioteca Alessandrina; un secondo alla Biblioteca Nazionale Svizzera; un terzo per l’archivio Weiss.

Un foglio sopra descritto avrà dimensioni di 14,8 x 52,5 cm. Grazie alla piegatura si otterranno facciate da 10,5 x 14,8 cm. L’artista potrà poi intervenirvi con testi, segni grafici stampati o originali per ciascuno dei libri, curati graficamente da Josef Weiss, incluso il frontespizio e il colophon.

 

 

 

 

 

1

Gianni Paris, DIARIO

1-Paris

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss rappresenta il primo leporello della collana all’insegna del Dîvân. Le immagini di Gianni Paris sono dipinte a mano tranne la figura che è stampata digitalmente su fondo dipinto. Il testo è composto in carattere Rialto df Piccolo Roman ed é stampato su carta Hahnemühle con il torchio a mano. La tiratura è di trentatré esemplari numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

2

Nag Arnoldi: Arthur Rimbaud, BAL DES PENDUS, 

2-Nag-Arnoldi

Questa pubblicazione curata e rilegata da Josef Weiss, rappresenta il secondo leporello della collana all’insegna del Dîvân. L’intervento grafico di Nag Arnoldi e il testo composto in carattere Garamond, sono stampati in serigrafia da Roberto Giudici su carta Zerkall. La tiratura è di trentatré esemplari numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

3

Lo Ch’ing: Wang Wei, LEERE BERGE / MONTAGNE VUOTE

3-Lo-Ch'ing

Bei der Kalligraphie von Lo Ch’ing handelt es sich um die erste Zeile aus dem von Stefan Hyner übersetztem Gedicht des Poeten T’ang Wang Wei.

 

Il testo calligrafato da Lo Ch’ing tratta la prima riga della poesia del poeta T’ang Wang Wei tradotta daAnna Ruchat.

 

Dieses ist das dritte Leporello aus der Reihe Dîvân.  Die Kaligraphie stammt von Lo Ch’ing, Taipei. Der Text ist mit der Futura gesetzt und auf der Handpresse von Paul Wirth, Bischofszell auf Hahnemühle gedruckt. Josef Weiss hat sie von Hand gebunden. Die einmalige Ausgabe ist auf 33

nummerierte Exemplare limitiert.

 

Questa pubblicazione rappresenta il terzo leporello della collana all’insegna del Dîvân. Curata e rilegata da Josef Weiss. La calligrafia originale è di Lo Ch’ing di Taipei. Il testo è stato composto con il carattere Futura e stampato su carta Hahnemühle da Paul Wirth di Bischofszell sulla sua

tirabozza. La tiratura è di trentatré esemplari numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

4

Stefan Hyner, DUNG HUANG

4-Hyner

Vierte Ausgabe der Reihe Dîvân. Zeichnung und Handschrift von Stefan Hyner. Gedruckt auf Hahnemühle Kupferdruckpapier und mit handgeschöpftem Lokta Papier gebunden. Die chinesischen Siegel sind von Hand gestempelt Diese einmalige Auflage ist auf 33 nummerierte

Exemplare limitiert.

 

 

 

 

 

5

Viviana Pani, VOLARE

5-Viviana

Questa pubblicazione curata e rilegata da Josef Weiss, rappresenta il quinto leporello della collana all’insegna del Dîvân. Il testo è stato composto e stampato a mano con i caratteri Garamond su carta Hahnemühle da Manuel Weiss, arricchito dall’intervento grafico originale di Viviana Pani. La tiratura è di trentatré esemplari numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

 

6

Josef Weiss: Hermes Trismegistos, ZWÖLF THESEN

6-Weiss

Sechste Ausgabe der Reihe Dîvân. Handgeschriebene Unzialschrift von Josef Weiss von ihm auf Hahnemühle Kupferdruckpapier gedruckt und mit handgeschöpftem Lokta-Papier eingebunden. Diese einmalige Auflage ist auf 33 nummerierte Exemplare limitiert.

 

 

 

 

 

7

André Beuchat: Eugenio Montale, L’ORIZZONTE IN FUGA

7-Beuchad-divan

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss rappresenta il settimo leporello della collana all’insegna del DÎVÂN. L’acquaforte di André Beuchat è stata stampata da lui sul proprio torchio. Il testo è composto in carattere  Rialto df Roman ed è stampato su carta Hahnemühle. La tiratura è di trentatré esemplari da 1 a 33.

 

 

 

 

 

8

Aziz Elhihi: Liliana Bonafede, MIRACOLO D’AMORE

8-Aziz

Questa pubblicazione è stata curata e rilegata da Josef Weiss e rappresenta l’ottavo leporello della collana all’insegna del Dîvân. Il testo è stato composto e stampato a mano con caratteri Bodoni su carta Hahnemühle da Paul Wirth di Bischofszell. La tiratura è di trentatré esemplari con interventi pittorici originali numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

9

Antonio Teruzzi: Francesco Pelizzoni, ARMONIA DEL QUASI

9-Teruzzi

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss è il nono leporello della collana all’insegna del DÎVÂN. L’acquaforte di Antonio Teruzzi è stata stampata da Roberto Giudici. Il testo di Francesco Pelizzoni è composto in carattere Rialto df Roman corpo 12 ed è stato stampato su carta Hahnemühle con il torchio a mano. La tiratura è di trentatré esemplari numerati da 1 a 33

 

 

 

 

 

10

Bruno Ritter: Ralph Dutli, HOTARU

10-Ritter

Zehnte Ausgabe der Reihe Dîvân. Gedruckt auf BFK Velin-Rives-Papier. Unveröffentlichte Texte di Ralf Dutli. Radierung gedruckt und gezeichnet von Bruno Ritter. Handgebunden von Josef Weiss, Mendrisio. Satz und Druck von Paul Wirth, Bischofszell. Diese einmalige Auflage ist auf 33 nummerierte Exemplare limitiert.

 

 

 

 

 

11

Nora Christen Caroli, MI PIACE TANTO

11-Christen

Questa pubblicazione curata e rilegata da Josef Weiss, rappresenta l’undicesimo leporello della collana all’insegna del Dîvân. Il testo è stato composto e stampato con caratteri Garamond su carta Hahnemühle da Paul wirth, Bischofszell, arricchito dall’intervento grafico originale di Nora Christen Caroli. La tiratura è di trentatré esemplari numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

 

12

Andrea Lange: Erich Kästner, DAS LETZTE KAPITEL

12-Kästner

Zwölfte Ausgabe der Reihe Dîvân. Holzschnitt, Satz und druck von Andrea Lange, Sonenberg-Presse, Kemberg. Handgebunden von Josef Weiss, Mendrisio. Einmalige Auflage von 33 Stück, nummeriert und signiert.

 

 

 

 

 

13

Mirella Marini, AMARE

Questa pubblicazione, curata e rilegata da Josef Weiss, rappresenta il tredicesimo leporello della collana all’insegna del Dîvân. Il testo è stato composto e stampato a mano da Paul Wirth con caratteri Helvetica corpo 12 su carta Hahnemühle. Roberto Giudici ha stampato le sei acquaforti sul proprio torchio. La tiratura è di trentatrè esemplari numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

14

Luigi Mariani: Nicola Dal Falco, L’APPARENZA DELL’ORO

14-Mariani

Questa pubblicazione, curata e rilegata da Josef Weiss, rappresenta il quattordicesimo leporello della collana all’insegna del Dîvân. Il testo è stato composto e stampato a mano da Paul Wirth con caratteri Garamond carta Hahnemühle. La tiratura è di trentatré esemplari numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

15

Sergio Morello, EPIFANIE

15-Morello

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss rappresenta il quindicesimo leporello della collana all’insegna del DÎVÂN. La pittura originale è di Sergio Morello. Il testo è composto in carattere Garamond ed è stampato su carta Hahnemühle. La tiratura è di trentatré esemplari da 1 a 33.

 

 

 

 

 

16

Marco Piffaretti: Andrea Cometti, DISPERSO

16-Piffaretti

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss è il sedicesimo leporello della collana all’insegna del DÎVÂN. La serigrafia è di Marco Piffaretti. Il testo è composto in carattere Rialto df Roman ed è stampato su carta Hahnemühle. La tiratura è di trentatré esemplari da 1 a 33.

 

 

 

 

 

17

Fabio Sironi, COCCONIGLIO

17-Fabio-Sironi

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss è il diciassettesimo leporello della collana all’insegna del DÎVÂN. La xilografia è stata incisa da Adriano Porazzi, ideata e disegnata da Fabio Sironi. Composizione e stampa a mano con i caratteri in piombo Antiqua Diethelm su carta Hahnemühl da Josef Weiss. La tiratura è di trentatré esemplari da 1 a 33.

 

 

 

 

 

18

Mucci Staglieno Patocchi: Anonimo triestino, PUNTA SEMPRE SULLA LUNA

18-Mucci-Staglieno-Patocchi

Questa pubblicazione curata e rilegata da Josef Weiss rappresenta il diciottesimo leporello della collana all’insegna del Dîvàn. L’intervento grafico di Mucci Staglieno Patocchi è stampato da Roberto Giudici, Varese. Il testo è composto in carattere Garamond ed è stampato su carta Hahnemühle da Paul Wirth, Bischofszell. La tiratura è di trentatré esemplari numerati da 1 a 33.

 

 

 

 

 

19

Mario Botta: Annalisa Cima, SEGNO DEL DOMANI

19-Botta

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss rappresenta il diciannovesimo leporello della collana all’insegna del DÎVÂN.

I primi schizzi e disegni per la Sinagoga Cymbalista e Centro dell’eredità ebraica di Tel Aviv, Israele, sono stati estratti dal catalogo “Luce e Gravità, architetture 1993-2003” con la gentile concessione dell’autore Mario Botta.

Il testo è composto in carattere Rialto df Roman ed è stampato su carta Hahnemühle. La tiratura è di trentatré esemplari da 1 a 33

 

 

 

 

 

20

Tiziana Priori: Renata Babini, PREGHIERA ARCOBALENO

Home_Papà

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss è il ventesimo leporello della collana all’insegna del DÎVÂN. L’originale pittorico è dell’artista Tiziana Priori. Il testo è composto a mano in carattere Bodoni ed è stampato su carta Hahnemühle dall’editore sul proprio torchio.

La tiratura è di trentatré esemplari da 1 a 33.

 

 

 

 

 

21

Marcello Pietrantoni: Annalisa Cima, L’IMPOSSIBILE DIVIENE

21-Pietrantoni

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss è il ventunesimo leporello della collana all’insegna del DÎVÂN. I disegni originali di Marcello Pietrantoni sono stati incisi da Manuel Weiss su legno di bosso. Il testo è composto in carattere Garamond, titolo in Helvetica ed è stampato su carta

Hahnemühle da Paul Wirth. La tiratura è di trentatré esemplari da 1 a 33.

 

 

 

 

 

22

Gigi Guadagnucci: Annalisa Cima, …O DELLA METAMORFOSI

22-Guadagnucci

Questa pubblicazione a cura di Josef Weiss è il ventiduesimo leporello della collana all’insegna del DÎVÂN. Le xilografie incise da Manuel Weiss su legno di bosso rappresentano le sculture di Gigi Guadagnucci “FIORE-DONNA” e “PASSAGGIO DI METEORA”. Il testo è composto in carattere Rialto df Roman ed è stampato su carta Hahnemühle. La tiratura è di trentatré esemplari da 1 a 33.